La domenica da Masetti



La domenica in famiglia. La domenica con gli amici. La domenica a tu per tu con un pranzo da domenica. Ci sono vari clichè relativi alla domenica, come tutti sappiamo. Uno di questi è legato al pranzo che deve essere proprio in stile con il giorno universalmente conosciuto "come quello in cui ci si riposa e si sta insieme ai propri cari". Bene, questo clichè ci piace, non c'è che dire. E allora, cosa c'è di meglio di una bella mangiata in una trattoria tradizionale immersa nella campagna? . A questo punto, se ciò che cercate è questo programma, Masetti è quel che fa per voi. Ai Gessi di Zola Predosa, per precisione
Lo vedete qui sopra il signor Masetti. Lui è proprio uno all'antica ma assolutamente conoscitore di questo moderno e mondano mondo. Del resto ai suoi tavoli immersi in un'atmosfera assolutamente retrò che sa di carrelli di bolliti (anche se non li ho visti, ma immagino :) ) e servizio impeccabile, si son seduti personaggi famosi, famiglie di buona reputazione bolognese. Mi racconta che, molto indietro nel tempo, era solito venire Zavoli coi colleghi giornalisti. Molti sportivi. Insomma, uno di quei posti dove si va perché si mangia bene e ci si sente a casa. Per me, uno di quei ristoranti dove non posso gioire pienamente delle prelibatezze, poiché non mangio la carne, ma certamente un sito dove sentirsi bene anche perché ti trattano bene, con attenzione. E poi, mica la voglio fare la lagna: le tagliatelle al pomodoro, le crescentine belle calde e la ciambella morbida morbida... me le sono pur pappate! Se non mangi la carne (che viene cotta nella grigliona interna e per gli amanti deve essere una prelibatezza) come me, ci sono le verdure alla griglia, che con le crescentine vanno a nozze.

Domenica scorsa ero seduta fuori, con Marco e Bea (sì...una volta ancora apranzoconBea). Al sole, senza golfino. Una meraviglia.
Niente vino per noi...we are sober!!
Ah, meglio prenotare.

coppette per il gelato, il tagliere della carne, la sala interna, le mani della Bea
crescentine, tortellini, tagliatelle, verdure alla griglia

la griglia, la ciambella, la carnazza, la torta di riso


Commenti

  1. Ne abbiamo sentito parlare tanto bene anche noi, ma ancora non ci siamo mai stati, la carne non la mangiamo spessissimo, in media un paio di volte a settimana, a volte meno, ma se ci parli di carne cotta alla griglia, siamo tra quelli che la considerano un piacere, poi ad esempio, mentre Luca mangia tutto, io non mangio nè coniglio, nè tacchino, nè carne di maiale perchè per quanto tutti dicano che è leggera a me rimane pesantissima, nè tanto meno selvaggina, sono un po' difficile, lo ammetto. Detto questo, una domenica prenoteremo anche noi da Masetti, ci ispira e poi in mezzo alla campagna si sta che è un piacere. E che dire del cibo che sa di casa?
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  2. eh si,ne ho sentito parlare benone anche io!!

    RispondiElimina
  3. che bello leggere di posti di casa...
    non ci sono mai andata da Masetti, bisognerà rimediare...

    RispondiElimina
  4. Luca e Sabrina_ cara Sabrina, come racconto nella storia, io non mangio la carne, ma il menu offre anche cose per i non carnivori. E poi, dinnanzi alla possibilità di una gita in campagna, lo spirito mi si placa e con un piatto di tagliatelle fatte in casa sono felice :)

    Mirtilla_ davvero Mirtilla? Ma conosci un po' la zona di Bulagna?

    Sdaura_proprio vero...riconosci subito quell'atmosfera....

    RispondiElimina
  5. Il posto è davvero simpatico! E quanto si spende? Un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea