lunedì 14 novembre 2016

Palazzo Pepoli e Corto Maltese: è jungalow experience con baccalà e cous cous

la caffetteria jungalow

Sapete quando andate a vedere una cosa e siete in un certo posto proprio per quella cosa, ma poi, entrando nel vivo dell'appuntamento, trovate uno spunto inaspettato che diventa la vera occasione del viaggio? Mi è successo così proprio una settimana fa, quando sono andata alla mattinata per la stampa della mostra dedicata a Hugo Pratt e Corto Maltese a Palazzo Pepoli. La zona della caffetteria Colazione da Bianca era stata completamente trasformata in un sogno jungalow e io ci ho messo almeno cinque minuti a riprendermi dalla visione incantevole. Tanto verde, tanta natura, le poltrone di rattan e quelle di velluto sangue di piccione, le seggiole di cuoio cremisi e quelle con la tappezzeria e la spalliera altissima. Lo so, il mito del marinaio romantico alto un metro e ottantatré "con occhi color miele e un'anella all'orecchio sinistro", il gentiluomo di fortuna che ha tirato su generazioni di lettori con Una ballata del mare salato, non si può ridurre a un po' di poltrone e una siepe di felci, cicas e filodendri. Beh, non sto facendo questo, però al di là del mito letterario, e della mostra ricchissima che farà impazzire i fan, il nuovo cafè di Palazzo è una meraviglia e come se non bastasse ho trovato una sorpresa nella sorpresa.


tajine di carne di pollo e verdure, cous cous al profumo di spezie

Entusiasta della scoperta, qualche giorno dopo decido di invitare Bea a pranzo! Non le dico nulla, se non che torneremo in un luogo dove abbiamo fatto qualche bell'incontro e che son contenta di dire... rappresenta una garanzia nel mare in tempesta della ristorazione bolognese dove ogni giorno emergono tanti ristoranti o baretti che non durano 100 tramonti. Questo caffè è uno dei migliori segreti della città e lo dico perché mi pare che sia frequentato sempre poco, ma è proprio suggestivo. 

la gabbia del pappagallo

polentine e baccalà

E ora, con questa scenografia, lo è ancora di più. Poi, proprio in occasione della mostra che durerà fino a marzo, è stato studiato un piccolo menu ispirato ai mondi di Corto Maltese. Ed è stata questa la sorpresa ulteriore: quando sono arrivata con Bea abbiamo trovato questa carta e quindi abbiamo voluto immergerci nel mondo culinario del bel marinaio. Il viaggio parte da Venezia con un piatto "cicchetto" a base di polentina alla griglia (mi sembrava più al forno che alla griglia) e baccalà alla vicentina (14 euro) o la pasta e fasoi. Si va poi a Parigi con la soup à l'oignon (12 euro) e si giunge in Africa per una tajine di carne e verdura, cous cous al profumo di spezie (12 euro), per poi concludere il saporito errare in Sud America, con la degustazione di rum e cioccolato (12 euro). 


Colazione da Bianca
Palazzo Pepoli
via Castiglione 8
Bologna



2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Offriamo un prestito ad ogni persona essendo nella necessità di finanziamento o privati che desiderano avere un prestito entro il breve termine.
    Per più ampie informazioni li preghiamo di contattarsi all'indirizzo mail: loanprivate.invest@gmail.com

    RispondiElimina

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea