mercoledì 28 dicembre 2016

Il miglior cibo (per me) di Bologna: 10 piatti del 2016

io allo YuzuYa. Qui ho mangiato uno dei piatti più buoni dell'anno, ma lo leggete sotto.

Natale è passato e io mi sono inabissata nel profondo della mia memoria che quando arriva a questo momento dell'anno -quasi il 31- si ricorda solo delle cose recentissime. Capita anche a voi? E' così per tutte le classifiche: dai dischi al cibo la mia mente non è subito elastica. E dire che sarebbe così facile, servirebbe giusto un po' di allenamento. Me lo ripeto ogni primo gennaio quando giuro a me stessa che mi annoterò giorno per giorno in un librettino le cose più buone che ho mangiato.... e invece non lo faccio mai. Poi, pensandoci bene, credo che sia giusto così, lasciare andare: quello che affiorerà alla mente negli ultimi giorni dell'anno, sarà un ricordo sincero. Al massimo riguardo le centinaia di foto sul telefono, lì c'è il "mio" meglio, fotografato. Ed è così che quest'anno, a differenza del passato, la mia classifica sarà dei piatti più buoni che ho mangiato in questo strano 2016 (troverete solo il piatto e il prezzo, nessun commento). Che se un cambiamento finale non è arrivato quest'anno (ho anche imparato ad apprezzare l'anguilla, regina di ben tre piatti sul podio), allora quando? 



i quadrettini col brodetto di pesce del Fourghetti, 18 euro



una jyn, l'anguilla da YuzuYa, 16 euro



Artusi 495: terrina di anguilla spinata fritta in farina di semola, salsa di soffritto, brodo di pomodoro verde di Massimiliano Poggi, mangiato al nuovo ristorante di Trebbo, 25 euro


lo spaghettone Benedetto Cavalieri al sugo di gambero rosso e triglia del Soul Wine di Casalecchio
l'irresistibile tom yum kung in basso a sinistra (16 euro), mangiato da Seijo, ristorante giapponese con qualche specialità thai
i maccheroni al torchio, anguilla affumicata, ostriche crude e spinaci, 25 euro, dell'Aurora Mazzucchelli al Ristorante Marconi


la frittura (euro 14,50) dell'Osteria Bartolini
la pizza vegetariana del Banco del Vino, 10 euro


cappetelli dello chef Faccani di Cesenatico, assaggiati prima alla sfida tra tortellini e cappelletti a Palazzo Re Eno lo scorso gennaio e poi nel menu degustazione da 65 euro direttamente al suo Magnolia: cappelletti ripieni di crema di passatello con frutti di mare e crema di vongole
il panettone alle amarene (nella foto) di Francesco Elmi, Regina di Quadri e il panettone con pezzi di limone candito di Gabriele Spinelli, DolceSalato

+1

roll di piadina Marè con mazzancolle al curry, germogli di soia e cavolo cappuccio (8 euro) da Quintoquarto a Cesenatico 

4 commenti:

  1. la chart che i magnoni stavano aspettando :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah...forse i very magnoni troveranno questi piatti un po' parchi

      Elimina
  2. Non sono un'amante di classifiche, ma adoro i bei piatti e questa lista mi mette una gran voglia di provarli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Stefania, un gran bel complimento. Buon anno!

      Elimina

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea